ROMA, ASSOTUTELA: “DISSERVIZI PER SERVIZIO RISCOSSIONE REVERSALI COMUNE”

“Dal Primo gennaio scorso è obbligatorio presentare comunicazione – esclusivamente su piattaforma on line – all’interno del portale istituzionale di Roma Capitale per l’inizio attività di “Locazione Turistica”. E per l’inoltro di tale comunicazione è necessario pagare una reversale di 21 euro di diritti dovuti. Un servizio all’apparenza snello ma che nasconde all’atto pratico numerose incongruenze (l’ufficio di competenza è il Suar/Suap, ndr): ad esempio, nel servizio pagamento on line delle reversali non è presente questa opzione e non è possibile pagarla neppure presso la cassa comunale, né è possibile stampare il relativo bollettino da pagare presso le ricevitorie Lottomatica. Si tratta di un disservizio molto grave e che potrebbe generare un doppio problema: oltre alle difficoltà da parte del cittadino a intraprendere questo tipo di attività e quindi a pagare la reversale, c’è anche il mancato introito per il Comune di Roma, che così perderebbe cifre importanti da reinvestire sul territorio. Come associazione che tutela i diritti dei consumatori, chiediamo alla amministrazione Raggi di chiarire la vicenda e risolvere l’annosa situazione (Del. Giunta Capitolina n.245 del 19-12-2018)”. Così, in una nota, il presidente nazionale di Assotutela, Michel Emi Maritato, e il coordinatore Commissione Commercio Assotutela, Arianna Alessandrini (rif.norm giunta cap.n.245 del 19.12.18).

130 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

Your email address will not be published.