SCUOLE, ASSOTUTELA: “SLITTARE RIAPERTURA DOPO REFERENDUM”

“Come associazione che tutela i diritti di tante famiglie e alunni, siamo molto preoccupati in merito ai tempi di riapertura delle scuole in tempi di Covid. La data indicata è quella del 14 settembre ma, a nostro giudizio, si tratta di un termine assolutamente sbagliato e inutile, sia da un punto di vista pratico che tecnico. Numerosi istituti non sono ancora a norma, e molti comuni – a dire il vero, lasciati soli dalle istituzioni sovraordinate – stanno faticando ad adeguare gli standard delle aule. Senza considerare che già cominciano a registrarsi scuole chiuse sul territorio italiano per i primi casi di covid. Inoltre, il 20 e il 21 settembre ci saranno le consultazioni elettorali e referendarie e molte scuole potrebbero interrompere la didattica e richiudere per dare spazio alle urne: e questo significherebbe, tra l’altro, ulteriori sanificazioni ambientali e interventi igienico-sanitari delle aule scolastiche, quindi ulteriore spesa di denaro pubblico. Alla luce di tutto questo, dunque, reputiamo fuori luogo che le scuole riaprano tassativamente il 14 settembre”.

Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

Servizio pubblicitario:

GERMANI-funebre

67 Visite totali, 1 visite odierne