L’ambulanza tra i rifiuti, simbolo della sanità del Lazio”

“Posso dirlo? Ebbene sì lo dico: la gestione di questa epidemia è da nausea!”. Inizia così lo sfogo di un medico dell’emergenza in servizio presso la postazione Ares 118 di Roma Nord e le foto che ci ha inviato sono inequivocabili.Si nota l’inconfondibile carrozzeria dei veicoli del servizio di emergenza, con la scocca bianco e arancio, costretti a circolare in un letamaio. Continua così la critica del dottore: “Non bastano le difficoltà in pronto soccorso, dove siamo costretti ad attese di ore per trovare un posto letto per i pazienti Covid e non Covid ma vicino alla postazione troviamo questo spettacolo indegno, che non consente ai nostri mezzi di percorrere il tragitto nei tempi richiesti dall’emergenza”. Interviene sulla questione il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato, con un monito a tutte le autorità competenti ad agire immediatamente. “Si attivino Comune, Asl, Regione, azienda Ama, ciascuno per le proprie competenze – tuona Maritato – è inconcepibile tollerare una situazione del genere e, qualora non si provveda, la nostra associazione con l’ausilio dei propri legali è disposta a presentare un esposto in procura per interruzione di pubblico servizio”.

Roma, 20 gennaio 2021

46 Visite totali, 1 visite odierne