«

»

Ott 16

AssoTutela: “Marino blocchi lo scempio di Grottaperfetta”

Roma - Edilizia - Grottaperfetta - protesta I60 - CementoL’EDIFICAZIONE DI UN NUOVO QUARTIERE PROCEDE TRA DUBBI E IRREGOLARITA’
“Ci stupisce l’assordante silenzio del sindaco Marino sullo scempio che si sta perpetrando in via di Grottaperfetta all’Ardeatino”. Lo dice il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato, commentando le ultime vicende relative al progetto denominato I-60, che prevede la realizzazione di 400 mila metri cubi di edilizia residenziale e commerciale, con 5.000 nuovi residenti e fino a 10.000 auto in più al giorno in un’area quasi priva di mobilità pubblica. “A giugno sono iniziati i lavori per le opere di urbanizzazione primaria ma qualche anno prima è stato abbattuto sull’area un casale Settecentesco tutelato dalla carta dell’agro. C’è di più, mentre il cantiere andava avanti è stato buttato giù un manufatto di epoca romana che magari nascondeva pregevoli resti – continua Maritato – come quelli ritrovati dagli scavi archeologici sullo stesso territorio: una villa suburbana, un mausoleo, due strade in basolato. Che cosa fa la sovrintendenza comunale? Perché non è stata ancora pubblicata la relazione scientifica sui ritrovamenti? Non vorremmo che tale documentazione fosse stata occultata da qualcuno che non vuole si divulghi l’importanza del ritrovamento. Sarebbe gravissimo. E il sindaco Marino, che protesta per un paletto spostato in via del Plebiscito, come fa a non battere ciglio per le irregolarità riscontrate sul cantiere? Bisogna fare chiarezza su molti aspetti, soprattutto occorre ascoltare la voce dei cittadini, che non meritano tale “regalo” giustificato da un falso giuridico come lo ius aedificandi”.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Hit Counter provided by technology reviews