«

»

Dic 16

AssoTutela: “Regione, documento di finanza improponibile”

Regione LazioIL FLOP DEL BILANCIO REGIONALE. RATING BBB DI STANDARD & POOR’S SUL DEBITO.
“Regione Lazio, un sistema in rovina. Famiglie impoverite, contrazione dei consumi, disoccupazione al 40%. Altro che il modello agognato dal presidente Zingaretti”. Lo sostiene il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato, commentando il documento economico finanziario predisposto dalla giunta. “Nel documento non si dice nulla sul sistema produttivo da riattivare, sulle possibilità di creare posti di lavoro. Unica certezza, l’aumento delle tasse – commenta Maritato – una sgradevole sorpresa per i residenti della Regione”. Nel 2014 le aliquote Irpef saliranno dello 0.6% (un terzo in più rispetto al 2013) e all’’1% (in due anni si raddoppia) nel 2015: non si potrà ridurre l’Irap. “La realtà è molto chiara: sarà impossibile dare seguito ai mirabolanti annunci di un reale sostegno alle imprese – chiarisce Maritato – il Lazio nel 2013 ha avuto l’ammontare di gettito Irpef per abitanti più alto d’Italia, inoltre la Regione Lazio, per far fronte ai debiti, ha scelto di ricorrere al mercato finanziario, cioè di spostare solo il debito che resta per questa quota tal quale assoggettandosi, per di più, all’instabilità e alle numerose incognite dei mercati. Spostare risorse da un capitolo all’altro (come accaduto per i fondi derivanti dall’extra gettito di Irap e Irpef, stornati dalla sanità ad altro) è un metodo non condivisibile. Per finire, le anticipazioni continue di cassa non sono la soluzione per pagare oltre 11 miliardi di euro debiti, tra mutui (80%) titoli obbligazionari (bond 11%) e canoni di leasing (9%), della Regione Lazio”.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Hit Counter provided by technology reviews