«

»

Gen 27

AssoTutela – Comune di Roma: “no alle cabine di regia, si a nuovi attori”

RomaUNA POLITICA URBANISTICA FORTEMENTE LEGATA AGLI INTERESSI DEI COSTRUTTORI. “Ė un’idea indeterminata quella che il sindaco Marino ha della città di Roma”. Lo sostiene il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato. “Tra polemiche e gaffes, badanti e cabine di regia, la città è allo sbando e non si vede la luce alla fine del tunnel. Non vogliamo sparare sulla Croce rossa insistendo su rifiuti e trasporto, i veri buchi neri della capitale. Una riflessione invece – continua Maritato – vogliamo farla sulla politica urbanistica che a noi sembra senza soluzione di continuità con le precedenti amministrazioni. Ci chiediamo – insiste il presidente – quali siano le garanzie a tutela del suolo, se si persegue con il lasciare totalmente in mano la città ai poteri forti. Ci ha molto sorpreso infatti – spiega Maritato – l’intervista rilasciata il 24 gennaio scorso dall’assessore alla trasformazione (?) urbana Giovanni Caudo a un grande quotidiano. Nell’articolo si tende a incoraggiare i famelici costruttori in attesa di vomitare metri cubi in tutti i residui spazi urbani rimasti liberi, senza una considerazione su tutti i danni provocati in questi decenni dal terzo sacco di Roma voluto, in larga parte, dallo stesso schieramento politico che ha portato Marino al Campidoglio. Si tende soltanto a tranquillizzare i costruttori, specie coloro che hanno interessi nel fondamentale quadrante dell’Eur, distribuendo garanzie a piene mani come nel caso della ex Fiera di Roma, in cui si prevede di realizzare cubature destinate a residenziale e piazza dei Navigatori, altro episodio poco chiaro su cui i cittadini chiedono di appurare, qualora ci fossero, eventuali responsabilità delle istituzioni”.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Hit Counter provided by technology reviews