«

»

Giu 27

AssoTutela – Salute e immigrati: garantire gli agenti da possibili contagi

sbarchi immigrati“Non vogliamo criminalizzare nessuno ma, è noto a tutti, come migliaia di persone in viaggio su imbarcazioni di fortuna, in condizioni igieniche disastrose, stremate dagli stenti, possano essere veicoli di contagio di piccole, quanto di grandi affezioni”. Lo sostiene il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato. “Dai dati in nostro possesso, che sono fra l’altro noti alle autorità sanitarie di frontiera – continua il presidente – risulta che in uno degli ultimi sbarchi sulle coste della Sicilia, il 5% di migranti fossero affetti da scabbia. Non risulta però che siano state prese misure idonee a proteggere gli agenti dell’Uri, Unità rapida di intervento addetta a tali operazioni, nonostante l’idoneo protocollo adottato, a quanto pare solo a parole dal ministero dell’Interno. Chi risponderà – si chiede Maritato – in caso di malaugurato contagio di qualche addetto delle forze dell’ordine? Purtroppo anche in questo caso si è applicata la spending review, in un settore fondamentale per la nostra sicurezza e la salvaguardia degli sciagurati che vengono spediti nel nostro Paese su improbabili carrette del mare. Da tempo infatti l’Unità di intervento è sottoposta a minacce di smembramento e restrizioni, senza tenere in minimo conto delle indicazioni dello stesso dicastero. La direzione centrale della Polizia di frontiera, sorda alle indicazioni che arrivano da molto tempo e da più parti, continua a ignorare il rischio epidemiologico, mettendo a repentaglio non solo la sicurezza ma la salute dei cittadini e questo è intollerabile”.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Hit Counter provided by technology reviews