«

»

Lug 25

AssoTutela – Fosso Tre Fontane sequestrato: “danno all’ambiente”

I60 - Roma - GrottaperfettaSEI INDAGATI, TRA COSTRUTTORI E DIRIGENTI COMUNALI. ORA A RISCHIO IL PROGETTO EDILIZIO I-6O

“Grottaperfetta, tempi duri per costruttori e amministratori ‘distratti’. Questa mattina l’Autorità giudiziaria, attraverso il Corpo forestale dello Stato, ha sequestrato un’ampia parte del cantiere pronto a una devastante edificazione, a cui da tempo si erano opposti migliaia di cittadini, nota come I-60, di fronte al parco di Tormarancia, anch’esso sequestrato il 23 novembre 2013”. Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato. “Non avevamo torto quando per primi denunciammo, affiancati soltanto da Italia Nostra, l’imponente devastazione ambientale che si stava perpetrando a danno di un’area di pregevole bellezza, a ridosso del parco dell’Appia antica. Abbattimento di un bosco e distruzione di un fosso, queste, in sintesi le operazioni che sembra abbiano messo in atto i costruttori del consorzio edilizio Grottaperfetta, che raggruppa alcune tra le società più importanti della Capitale: Mezzaroma, Marronaro, l’Aic-Lega cooperative, Immobildream di Roberto Carlino. I magistrati hanno ravvisato la violazione di un importante vincolo paesistico, quello del Fosso delle Tre Fontane, che sarebbe stato sotterrato – a quanto pare indebitamente – dai costruttori, e questo a distanza di pochi mesi dal sequestro del parco antistante. Preoccupante l’atteggiamento dell’amministrazione Marino prima e di Zingaretti poi. Il primo – continua Maritato – attraverso il suo assessore all’urbanistica Caudo ha continuato a mentire e a ignorare il problema, l’altro ha firmato una delibera che toglieva inopinatamente, contro il parere del ministero, il vincolo al fosso. Ė inconcepibile l’atteggiamento dei cosiddetti ‘rappresentanti’ dei cittadini, come sono risultate inconcepibili le dichiarazioni degli esponenti Pd della capitale, sempre a fianco dei costruttori e contro i cittadini. Oggi – chiosa Maritato – la situazione si è ribaltata e per l’improponibile progetto edilizio previsto sull’area si mette proprio male”.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Hit Counter provided by technology reviews