«

»

Lug 31

Sanità Lazio- Bardoscia (Assotutela): “Si proceda con riduzione convenzioni con i Laboratori privati e si punti sul Re.cup”

Ci siamo sempre domandati perché ci siano così tanti laboratori analisi privati convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale dal momento che, secondo una nostra indagine, le attuali strutture ospedaliere pubbliche del Lazio riuscirebbero tranquillamente a contenere la domanda il giorno stesso in cui l’utente si presenta ad effettuare gli esami, senza bisogno quindi di prenotarsi.

Lo dice in una nota il Segretario Nazionale dell’Associazione per la tutela del cittadino Assotutela Pietro Bardoscia.

Inoltre, a nostro avviso, riteniamo ormai urgente da parte della Regione Lazio l’ adozione di misure concrete contro l’abbattimento dei tempi di attesa obbligando le strutture ospedaliere private che vogliono l’accreditamento con il SSN ad offrire le loro disponibilità al Re.cup per gli esami più “critici” come Ecografie, Risonanze Magnetiche e Tac i cui tempi di attesa sono oltre i 180 – 300 giorni .

Senza queste provvedimenti coraggiosi, – conclude Bardoscia – non si riuscirà mai ad abbattere la piaga dei tempi di attesa, né si contrasterà mai il fenomeno della Libera Professione; pochi mesi fa abbiamo effettuato un confronto tra SSN e Libera Professione Intramuraria nella quale è scaturito che a pagamento si offrivano prestazioni (nelle stesse strutture ospedaliere pubbliche dove si attende mediamente un anno) a pochi giorni e ad un costo di poco superiore al ticket sanitario, creando in questo modo cittadini di serie A ( ossia coloro che possono pagare ) e cittadini di serie B (gli Esenti per Patologia, i Disoccupati e gli Esenti per Età e Reddito costretti ad attendere i tempi SSN non avendo le disponibilità economiche per pagarsi le visite) .

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Hit Counter provided by technology reviews