«

»

Lug 26

Sanità Lazio: AssoTutela, Task force per controllare i tempi d’attesa per continuità assistenziale

Sanità“Siamo d’accordo che per certuni casi di acuzie e di traumi i tempi d’intervento chirurgico debbano essere tempestivi e che la tempestività sia foriera di risparmio e buona pratica per cui ci fa piacere che il presidente del Lazio Nicola Zingaretti si stia impegnando attivamente affinché sia conseguito questo obiettivo soprattutto dopo le sollecitazioni che la nostra associazione ha portato avanti anche nelle sedi giudiziarie. Ci auguriamo inoltre che i tempi di attesa e di intervento vengano garantiti anche per rispondere alle necessità dei malati in continuità assistenziale”.
Lo dichiara il presidente di AssoTutela, Michel Emi Maritato.
“Ci sono infatti patologie croniche e tumorali che impegnano i pazienti a eseguire dei controlli periodici con esami diagnostici come ecocolordoppler, holter pressorio, holter cardiaco, ecocardio, ecografia addominali, ecografia di cute e sottocute, tac, mammografia d ecografia mammaria dove i tempi d’attesa superano i 300 giorni e quindi – precisa Maritato – malgrado questi pazienti hanno l’esenzione dal ticket debbono comunque fare gli esami a pagamento usufruendo dell’intramoenia. Ci chiediamo come, in questo ambito, il presidente Zingaretti intenda agire per garantire i tempio di legge e la continuità assistenziale”.
“Sarebbe il caso di impegnare una task force regionale che faccia i dovuti controlli sulle prestazioni erogate in regime di intramoenia e in convenzione anche perché riteniamo – conclude Maritato – che la vera magagna delle liste d’attesa si celi dietro a questo paravento. Infatti a parità di struttura si trova che in intramoenia il tempo per un’ecografia cute e sottocute ad esempio è inferiore alla settimana mentre con il servizio sanitario regionale oltre i 6 mesi”.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Hit Counter provided by technology reviews