«

»

Lug 28

AssoTutela. “Roma, +25% chiamano il 118. Allarme turisti”

ospedale San GiacomoMARINO SI ADOPERI PER FAR RIAPRIRE IL SAN GIACOMO, CHIUSO E INAGIBILE DA 5 ANNI.
“Il caldo di questi giorni, con colpi di sole e malori che hanno colpito anche i turisti, riporta all’attualità una situazione inqualificabile: la chiusura e il non utilizzo dell’ospedale San Giacomo che sarebbe fondamentale quale posto di primo intervento, specie per il flusso turistico di passaggio a Roma”. Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato, che sollecita il sindaco Ignazio Marino, quale massima autorità sanitaria cittadina, a intervenire su una chiusura che, a suo tempo, sollevò polemiche e autorevoli prese di posizione. “Il primo cittadino, in visita ieri alla postazione 118 di San Basilio, ha rimarcato la carente gestione dell’assistenza in emergenza degli anni passati. Ebbene, voglio ricordare a Marino – chiarisce Maritato – che proprio la giunta guidata da Marrazzo privò Roma centro di uno dei punti di riferimento, che ora giace inutilizzato e per cui si impiegano risorse per i canoni delle utenze, della vigilanza e, da ultimo 800 mila euro per la riparazione della copertura che, causa incuria, in questi anni ha ceduto. Roma, e la sanità del Lazio – incalza ancora Maritato – non possono permettersi tale spreco, tale schiaffo ai pazienti, ai cittadini e ai visitatori che in questi giorni affollano il centro senza punti di riferimento assistenziali. Al momento non esistono progetti per la riapertura e riqualificazione dell’antico nosocomio la cui attività di primo intervento, vincolata all’assistenza per volere del fondatore, il cardinale Antonio Salviati, potrebbe snellire di gran lunga le richieste di soccorso al 118, aumentate in questo periodo del 25%”.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Hit Counter provided by technology reviews