«

»

Set 14

AssoTutela: “Agli Ifo spuntano incarichi come funghi”

IFO RomaSONO DUE GLI ESPERTI DEL RISCHIO CLINICO: UN MEDICO INTERNO E UNA ‘ESTERNA’
“In una sanità con un deficit galoppante, con le assunzioni bloccate, la penuria di medici e infermieri, la difficoltà negli acquisti di materiale urgente, si continuano ad elargire incarichi di dubbia utilità a personale esterno”. Lo denuncia il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato, commentando il caso degli Ifo di Mostacciano – Istituti Fisioterapici Ospitalieri – cui afferiscono il Regina Elena e San Gallicano. “Ci risulta che, con delibera 641 del 1° agosto scorso (guarda caso, in Italia, tutti gli eventi più singolari si verificano in questo mese), sia stato affidato alla dottoressa Simona Amato, proveniente dalla Asl Roma B, un incarico, anzi un doppio incarico, per il rischio clinico e la qualità. Peccato però che delle due caselle, una – la qualità – sia vuota per inesistenza della struttura mentre l’altra – il rischio clinico – sia già occupata da un dirigente interno, il dottor Domenico Bracco, che si è visto riconfermare l’incarico il 5 febbraio di quest’anno, con delibera 97, considerato che la sua valutazione è stata positiva, con l’attribuzione del punteggio massimo. Questa situazione – tuona Maritato – se fosse confermata sarebbe assolutamente ingiustificabile, in una sanità ridotta all’osso e in una struttura dove c’è penuria di chirurghi, oncologi, ematologi, infermieri, figure professionali in prima linea, consentire lo sperpero di denaro pubblico per un incarico fotocopia è veramente intollerabile. Chiediamo alla direzione aziendale – chiosa il presidente – di fornire chiarimenti e, nel caso in cui si riscontrino delle violazioni, alla Regione Lazio di assumere i provvedimenti conseguenti”.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Hit Counter provided by technology reviews