«

»

Gen 03

AssoTutela. Emergenza sanitaria: “Zingaretti, dopo gli auguri i fatti”

sanità lazio zingarettiSAN CAMILLO: ASSALTO AL PRONTO SOCCORSO MA NULLA CAMBIA
“Anno nuovo, problemi vecchi. Nonostante i proclami della Regione Lazio e i roboanti annunci di inefficaci provvedimenti, il pronto soccorso del San Camillo è stato letteralmente preso d’assalto in questi giorni di inizio anno”. Ė il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato a lanciare il primo allarme del 2014. “Con una studiata operazione mediatica, addirittura in anticipo su Matteo Renzi che il 2 gennaio ha esortato all’azione su temi di carattere nazionale, il presidente Zingaretti – unica voce nel panorama politico regionale – invia attraverso una nota gli auguri di buon anno agli operatori sanitari con ‘sentita comprensione e vicinanza per tutte le difficoltà che affrontano quotidianamente’. Mossa tanto astuta quanto irritante – commenta Maritato – specie di fronte ai catastrofici risultati che la gestione dell’immaginario ‘Modello Lazio’ sta producendo. Invitiamo il presidente attivamente impegnato a siglare fondamentali protocolli e accordi che non vanno da nessuna parte – incalza Maritato – a sottoscrivere almeno una intesa con la Prefettura perché si mettano in sicurezza gli operatori del pronto soccorso, la cui incolumità è costantemente in pericolo. Cito, per chiarezza, le ultime due aggressioni avvenute proprio al pronto soccorso del San Camillo, per non parlare della esplosiva situazione di Latina, i cui operatori hanno da tempo richiesto un presidio di polizia all’ospedale Santa Maria Goretti, di cui ancora non si vede traccia. Sicurezza presidente, sicurezza e diritto alla salute, altro che auguri. Questo si aspettano i tartassati cittadini della Regione Lazio”.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Hit Counter provided by technology reviews