«

»

Apr 12

AssoTutela – Commissione regionale Sociale e Salute: chi l’ha vista?

Regione LazioPROPOSTE DI LEGGE PRESENTATE 76, SOLO 4 APPROVATE. SEDUTE FANTASMA, CONSIGLIERI ASSENTI
“Il nome è ridondante, i risultati sono pochi: ‘Commissione Politiche Sociali e Salute’. Di fatto, l’organismo nato in seno al Consiglio regionale è esautorato, privo di quei poteri di verifica e controllo che gli competerebbero e che rendono sovrane, in una vera democrazia, le assemblee elettive nate dalla volontà dei cittadini. Di fatto nel Lazio, e in Italia, la volontà popolare va sempre più scemando rispetto al potere dell’uomo solo al comando”. Ė l’amara constatazione del presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato, che analizza sinteticamente l’attività di un organo che avrebbe la funzione di rappresentare la collettività. “Ė assurdo che in un anno, siano stati emanati 600 decreti dal commissario ad acta per la sanità Zingaretti – coadiuvato dai burocrati dell’assessorato e da una sgangherata ‘cabina di regia’, con un inquisito alla guida – senza che il Consiglio regionale e la suddetta Commissione abbiano avuto la mera cognizione di ciò che si andava approvando: gestione delle aziende sanitarie, accreditamenti ai privati, decisioni sul personale del servizio sanitario, autorizzazioni all’esercizio, pagamenti ai fornitori, protocolli d’intesa e via dicendo, insomma decisioni fondamentali prese nell’oscurità della stanza dei bottoni. Ci chiediamo – continua Maritato – di cosa si discuta nelle cosiddette audizioni concesse in modo discrezionale, dove siano i verbali di tali sedute, chi venga audito e chi no. AssoTutela, ha chiesto invano di essere ascoltata ma la Regione ha fatto orecchie da mercante. Altro che Regione Lazio campione in trasparenza, come vantato da un sondaggio governativo – quindi orientato dai compagni della parrocchietta – riportato in un trafiletto de ‘La Repubblica’ di ieri”.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Hit Counter provided by technology reviews