«

»

Giu 24

AssoTutela – Santa Lucia: da Regione e Ministero condanna a morte lenta

10479595_10203461391009161_7757935251380731465_nPRESENTATA DENUCIA QUERELA DA PARTE DI  ASSOTUTELA NEI CONFRONTI DELLE ISTITUZIONI
“E’ un’annosa situazione di conflitto, quella che si trascina tra l’Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico – Irccs Santa Lucia di Roma – con le istituzioni, in particolare la Regione Lazio e il ministero della Salute” Lo dichiara il presidente di  AssoTutela Michel Emi Maritato.  “Al centro della vertenza – sostiene il presidente – è l’inosservanza del provvedimento emesso il 21 ottobre 2013 dal commissario ad acta nominato dal Consiglio di Stato, che ora Regione e Ministero vorrebbero vanificare, mettendo in discussione la sopravvivenza di un istituto di eccellenza, universalmente riconosciuto. Per questo abbiamo presentato una denuncia-querela alla procura della Repubblica, con un azione di responsabilità civile nei confronti del Ministero. Abbiamo inoltre sollecitato interrogazioni parlamentari, con cui tenteremo di far luce sull’azione di annullamento del provvedimento, che ha natura giurisdizionale, non è stato contestato dal Ministero (che era l’amministrazione principalmente interessata) né dalla Regione e quindi deve essere doverosamente eseguito. Metteremo il nostro legale Domenico Monteleone gratuitamente a disposizione, qualora l’Istituto lo richieda, perché non si può mettere a rischio la sopravvivenza di un servizio di eccellenza, centro di riferimento. Mi auguro che il Ministero torni sui suoi passi – continua il presidente – e che collabori attivamente per regolare le pendenze amministrative e organizzative che ancora limitano l’attività del Santa Lucia. Togliere a questo la vita vuol dire toglierla alle migliaia di pazienti che  grazie ad esso l’hanno riacquistata”, conclude Maritato.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Hit Counter provided by technology reviews