«

»

Ago 05

AssoTutela – Zingaretti: si al teatro, la sanità può attendere

Regione Lazio - Presentazione della giunta ZingarettiIL PRESIDENTE RINVIA L’AUDIZIONE SUI PIANI OPERATIVI PER ANNUNCIARE UN BANDO TEATRALE
“Buon sangue non mente. Il presidente Zingaretti doveva illustrare i tanto celebrati piani operativi, ovvero il programma sanitario per il triennio 2013-2015 ma, alla commissione Sanità ha preferito il teatro”. Lo annuncia il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato che continua: “Da tempo si era in attesa di conoscere cosa riserva la sanità per i prossimi due anni, con l’audizione di Zingaretti e del sub commissario Botti nella commissione presieduta dall’accomodante Rodolfo Lena ma il presidente/commissario ad acta per la Sanità ha optato per la presentazione del bando della Regione Lazio per l’innovazione sui teatri. Una decisione non commentabile, che lascia sbalordito chiunque. E l’assessore alla Cultura, l’evanescente Ravera, cosa ci sta a fare? Comprendiamo come il richiamo familiare possa averlo spinto a preferire ai sofferti temi della salute il rassicurante mondo dello spettacolo e della cultura – ironizza Maritato – ma i cittadini, gli operatori, le famiglie dei malati non hanno più tanta pazienza. Dal 19 luglio 2013, data del Consiglio regionale straordinario sulla Sanità, richiesto a gran voce dal Movimento 5 Stelle, occasione in cui garantì solennemente la presenza periodica sua o del rappresentante della Cabina di regia Alessio D’Amato alle sedute della commissione Politiche sociali e salute abbiamo assistito, se non andiamo errati, a una sola audizione di D’Amato senza alcun risultato tangibile e questo un’amministrazione seria non può permetterselo e i cittadini del Lazio non debbono più tollerarlo”, chiosa Maritato.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Hit Counter provided by technology reviews