«

»

Ago 09

AssoTutela – Laboratori, un riordino avventato. Si rivedano i piani operativi

laboratorio analisi - sangue“Provincialismo. Non possiamo che bollare così l’immane progetto di riorganizzazione dei laboratori analisi del Servizio sanitario regionale, ritenuto sbagliato dagli esperti, che tanti disagi sta creando ai cittadini”. Ė il commento del presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato, che così argomenta. “Si è seguito il modello emiliano non perché fosse il migliore anzi, ci sono forti argomentazioni per sostenere il contrario. Purtroppo quando un’amministrazione, e i tecnici che con essa collaborano, non è in grado di programmare e produrre proposte condivisibili, ricorre a modelli imposti soltanto per imitazione, per carenza di idee e di argomenti. Non comprendiamo – incalza Maritato – come una Regione indebitata al pari del Lazio, possa investire tante risorse, come quelle richieste dal monumentale progetto di riorganizzazione della rete dei laboratori. Si pensi ad esempio, che la realizzazione di una delle analoghe strutture dell’Emilia, il laboratorio di Pieve Sestina (che non è certo paragonabile a uno di Roma o della popolosa provincia), è costata ben 16 milioni di euro. Una cifra che crediamo nel Lazio possa essere impiegata ben altrimenti. Per non parlare della qualità degli esami. Ė noto a tutti come i campioni biologici, trasportati a chilometri di distanza, possano subire un’alterazione della qualità dei processi analitici, nel qual caso il presunto risparmio ottenuto si tradurrebbe in una paradossale perdita. Troppe diseconomie per considerare ottimale un progetto. A meno che lo stesso non abbia, dietro le quinte, un finanziatore occulto. Ma questa sarebbe un’altra storia”, conclude il presidente Maritato.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Hit Counter provided by technology reviews