«

»

Dic 18

Mafia Capitale, mafia regionale: è l’”Affaire” ambulanze

ares 118GARA DA 70 MILIONI IMPUGNATA DALLA CROCE ROSSA ITALINA CHE PRESENTA UN ESPOSTO

“Ares 118 nella bufera per l’affidamento del servizio ambulanze. La Croce Rossa italiana presenta un esposto alla Procura della Repubblica e ricorre al Tar. Il soccorso in emergenza è sempre più allo sbando e la Regione sembra non farci caso”. Ė l’allarme che lancia il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato che continua: “Da tempo avevamo denunciato, inascoltati, le strane procedure in corso presso il 118 della Regione Lazio. Nel 2013 l’acquisto i inutili e, a quanto pare, inutilizzati Suv con consistente esborso di denaro, poi i discutibili criteri di assegnazione e affidamento del servizio ambulanze, con il reiterato ricorso a procedure d’emergenza, le cosiddette chiamate ‘spot’ senza alcun riscontro effettivo, le continue proroghe senza rinnovo di gare. E ancora, la non osservanza delle normative europee in corso di gara, per non parlare di quelle nazionali e regionali. Inquietanti poi, alcune manifestazioni di fronte alla centrale operativa di Roma del 118 da parte di operatori delle croci private che, sentendosi esclusi, tempo fa hanno addirittura minacciato di ‘darsi fuoco’. Segnali imbarazzanti, indice che nella gestione del servizio di soccorso in emergenza le cose continuano a non quadrare, nonostante il cambio al vertice. In particolare, nel sud pontino sarebbe necessaria una particolare attenzione sui consorzi di impresa impegnati nella scalata al servizio”, conclude il presidente.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Hit Counter provided by technology reviews