«

»

Feb 10

Atti aziendali: cosa ha deciso la commissione ad hoc?

Zingaretti - piano di rientro dal deficit“Non vorremmo che Zingaretti, commissario ad acta di una sanità che non gestisce nei fatti, avesse partita persa anche nel chiuso dei suoi uffici e nelle commissioni che nei tenebrosi corridoi di via Cristoforo Colombo decidono sul futuro di Asl e ospedali”. Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato, che torna sull’argomento atti aziendali. “Rodolfo Lena – spiega Maritato – in un primo momento, per dare una parvenza di democrazia, aveva convocato in VII commissione Politiche sociali e salute, dallo stesso presieduta, la dirigenza di Asl e aziende ospedaliere, per discutere di tali regolamenti organizzativi interni, con cui si decide il destino delle nostre strutture sanitarie. Una inutile e autoreferenziale perdita di tempo, che comunque poteva salvare la faccia. Niente di tutto questo – continua il presidente – tutto sospeso e viene da chiedersi quanto peso abbiano il presidente Lena e l’intero Consiglio regionale, svuotato di ogni contenuto e possibilità decisionale da una gestione della sanità verticistica e oscura. Tutto il contrario della favola della trasparenza e della gestione illuminata che Zingaretti vorrebbe dare ad intendere. A proposito, ci dica il presidente: che ne è degli atti aziendali? Non vorremmo che fossero stati respinti dalla commissione di esperti. In tal caso e secondo la legge della verifica – incalza Maritato – tutti i direttori da lei nominati dovrebbero cessare dalla carica. La verità però, come sempre, non viene fuori”.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Hit Counter provided by technology reviews