«

»

Giu 05

Spallanzani, vorremmo sapere cosa si festeggia

Si celebra l’80esimo anniversario dalla fondazione ma non cessano le difficoltà gestionali.

 

“Una celebrazione con tutti i crismi e con grande dispendio di risorse. Gli eventi sono stati addirittura affidati a una società esterna e vorremmo sapere quanto è costata. Per l’Istituto Spallanzani secondo noi non c’è nulla da celebrare, se non un continuo declino connotato dall’impossibilità di assicurare i livelli essenziali di assistenza”. Lo dichiara il candidato presidente alla Regione Lazio Michel Emi Maritato, ai vertici di AssoTutela che spiega:“Mentre si dà in pasto all’opinione pubblica un’immagine falsata della realtà, l’Istituto nazionale per le malattie infettive soffre di una crisi di identità, manifestata lo scorso 30 giugno, giorno ufficiale di apertura dei festeggiamenti, dai lavoratori indignati che non sono stati ammessi all’evento. Plaudiamo al loro coraggio e alla loro tempra”, spiega Maritato. “I dipendenti sono riusciti comunque a farsi sentire da Zingaretti, obbligandolo ad abbandonare la sala convegni e ad ascoltare le loro rivendicazioni. Preoccupazioni giuste e condivisibili: la mancata retribuzione delle spettanze, i livelli di assistenza ridotti al minimo, la carenza di personale che costringe gli operatori a doppi turni in una situazione di grave disagio, con assistenza a pazienti con patologie altamente infettive. Ci auguriamo che tale stato di cose trovi immediata soluzione, visto che perfino l’intervento in sede prefettizia è naufragato. In caso contrario, saremo comunque vicini ai lavoratori”, chiosa Maritato.

UFFICIO STAMPA ASSOTUTELA

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Hit Counter provided by technology reviews