SUCCESSIONI

PRESENTAZIONE DELLA SUCCESSIONE

Chi è obbligato a presentare la dichiarazione di successione

  • I chiamati a titolo di erede, sia per legge che per testamento, anche se non hanno ancora accettato l’eredità, purché non vi abbiano espressamente rinunziato
  • i legatari
  • gli amministratori di eredità
  • i curatori di eredità giacente
  • gli esecutori testamentari
  • gli immessi nel possesso temporaneo dei beni, in caso di assenza o di morte presunta.

Tali soggetti devono presentare una sola dichiarazione. Infatti l’obbligo di presentazione è solidale tra tutti gli obbligati e si considera soddisfatto anche quando vi provveda uno solo di essi.

Esonerati

Non c’è obbligo di dichiarazione se l’eredità è devoluta al coniuge e ai parenti in linea retta del defunto e l’attivo ereditario ha un valore non superiore a 100.000 euro e non comprende beni immobili o diritti reali immobiliari. Queste condizioni possono venire a mancare per effetto di sopravvenienze ereditarie.

TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE

Il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate 27.12.2016 ha introdotto, a partire dal 23.1.2017, la nuova dichiarazione di e domanda di volture catastali on line che rottama di fatto il vecchio modello cartaceo (che rimarrà comunque utilizzabile sino al 31.12.2017).

Con la nuova dichiarazione sarà possibile espletare automaticamente le volture catastali e rendere le dichiarazioni di atto notorio in seno alla stessa dichiarazione mediante la compilazione di appositi quadri.

Tale dichiarazione potrà essere presentata esclusivamente per via telematica direttamente dai contribuenti, in possesso delle credenziali di accesso ai servizi telematici, ovvero tramite gli intermediari abilitati, nonché presso l’Ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate per il successivo invio telematico.

IMPOSTE

Con la nuova dichiarazione le tasse ipotecarie per la trascrizione e volture sono dovute nella misura di euro 90,00 per ciascuna “conservatoria” nella quale sono presenti gli immobili oggetto di successione (di cui euro 35 per la trascrizione ed euro 55 per le volture catastali).

L’imposta di bollo è dovuta nella misura di euro 85,00 in relazione agli immobili compresi nelle “conservatorie” ovvero circoscrizioni o sezioni staccate dei competenti uffici dell’Agenzia delle entrate.

31 Visite totali, 2 visite odierne